giovedì 20 gennaio 2011

Contributi alle ONG – Programma “Europa per i cittadini”

Tra le azioni del programma comunitario “Europa per i cittadini” è prevista la concessione di contributi e sovvenzioni al funzionamento di ONG ed organizzazioni della società civile.

Beneficiari: ONG ed organismi che operano a livelle europeo con finalità di interesse generale, in grado di contribuire in maniera concreta alla realizzazione degli obiettivi e delle priorità del programma “Europa per i cittadini”.

Tra i requisiti di ammissibilità, le ONG europee devo possedere le seguenti caratteristiche:

  • perseguire un scopo di interesse generale europeo;
  • essere senza scopo di lucro;
  • essere legalmente costituite da almeno un anno in uno dei paesi ammissibili;
  • avere membri oppure essere attive in almeno 8 paesi ammissibili al programma;
  • avere fini statutari ed essere attive nel settore della cittadinanza europea.
Inoltre le ONG devono rientrare in una delle seguenti tipologie:
  • centri di ricerca e strutture di riflessione (think tank) sulle politiche europee
  • organizzazioni della società civile a livello europeo (organizzazioni centrali europee, reti europee, organizzazioni in grado di realizzare attività ad elevato impatto a livello europeo)
  • organizzazioni della società civile legate alla “Memoria europea”.
Attività finanziabili e finalità
Il presente bando comunitario co-finanzia le spese di gestione e le attività ordinarie delle ONG ammissibili, in particolare con riferimento alle seguenti attività: conferenze, seminari, tavole rotonde, azioni di rappresentanza, comunicazione ed informazione, altre attività connesse alla realizzazione del programma di lavoro 2011.

Le attività finanziabili dovranno focalizzarsi su almeno uno dei seguenti obiettivi specifici e temi prioritari del bando 2011:
  • promuovere iniziative, dibattiti e momenti di riflessione e confronto sui temi della cittadinanza europea, della democrazia, dei valori, della storia e cultura comuni;
  • favorire il dialogo interculturale e l’interazione tra cittadini ed organizzazioni della società civile
Il bando riserva inoltre, particolare attenzione ai temi prioritari seguenti: futuro dell’UE, cittadinanza europea attiva, partecipazione e democrazia in Europa, dialogo interculturale, coesione sociale, sviluppo sostenibile, ecc.).

Contributi comunitari
Il contributo comunitario, che non potrà essere superiore all’80% delle spese ammissibili, con un contributo massimo di 100 mila euro (per 12 mesi: 1 gennaio - 31 dicembre 2011), potrà essere 1) a forfait (calcolato sulla base del numero dei dipendenti dell’ONG) ovvero 2) in percentuale (comunque nel limite massimo dell’80%) sul piano finanziario previsionale per l’anno 2011.

Spese ammissibili
Personale interno dell’ONG;
Costi di affitto;
Spese di viaggio e soggiorno del personale;
Costi per l’organizzazione di incontri, conferenze, seminari;
Attrezzature (ammortamento);
Consulenze (sub-contratti, nel limite del 30% del totale delle spese ammissibili, con massimali differenti per ciascun paese ammissibile);
Costi per la certificazione delle spese sostenute da parte di un revisore contabile, per fideiussione connessi al progetto.

Stanziamenti dell’UE: 1 milione di euro, con la previsione di finanziare circa 12 ONG.
I termini per la presentazione delle domande sono scaduti lo scorso 15 ottobre 2010.

Questo post rientra nella serie dedicata ai contributi comunitari e sovvenzioni al funziomanento delle ONG europee, per approfondire clicca sui seguenti link:
Contributi alle ONG ambientali
Contributi alle ONG del Programma Giustizia penale
Contributi alle ONG del Programma Daphne III.

Banca dati ricerca partner progetti europei




Iscriviti gratis alla Newsletter FC